sabato 21 aprile 2012

Torta di carote (Moherentorte) di Nicoletta Ricciarelli.



Torta di carote decorata (Moherentorte)


Questa torta, che vedete nella foto, è un regalo che ho fatto alla mia amata collega per Pasqua. La torta di carote, o MOEHRENTORTE come la chiamano in Germania (terra dalla quale proviene) è una torta molto leggera che non prevede l'utilizzo di grassi animali. Addirittura se utilizzate (come ho fatto io) uno stampo in silicone,non è nemmeno necessario ungere la teglia prima di versarvi l'impasto!




Occorrente:

300 g di farina 00 o fecola di patate

300 g di carote pulite

12 g di lievito chimico in polvere

50 g di farina di mandorle (opzionale)

90 g di olio di semi di girasole

3 uova medie

1 bustina di vanillina

Zucchero a velo per guarnire o 500 g di pasta di zucchero (vedi ricetta x la Pasta di zucchero) http://www.palatosopraffino.com/2012_04_02_archive.html

 






Come procedere:

Pelate le carote e grattugiatele finemente; pesatele fino a ottenere i 300 g che servono per la torta; trasferite, le grattugiate in un colino e con un cucchiaio schiacciatele delicatamente in modo da far uscire la maggior parte dell'acqua che contengono.
Nel frattempo rompete le uova nella planetaria e aggiungetevi lo zucchero semolato; montate con la frusta elettrica fino a ottenere un composto spumoso e biancastro.
In una capiente ciotola setacciate la farina con il lievito e la vanillina (o essenza di vaniglia) e unite anche la farina di mandorle (non è essenziale; può essere sostituita con farina di nocciole o da ulteriori 50g di farina 00 o fecola); unite le carote precedentemente sgocciolate e mescolate il tutto con un cucchiaio di legno; versate il composto montato di uova e l’olio e mescolate bene il tutto molto delicatamente per evitare che le uova si sgonfino, imburrate e infarinate uno stampo tondo a cerniera (o in silicone) da 24cm e versatevi il composto.
Infornate a 180° per 30 minuti, dopodichè abbassate a 170° e proseguite per altri 10 minuti; verificate la cottura con la prova stecchino: il dolce sarà pronto quando estraendo lo stecchino questo risulterà ben asciutto. Fate raffreddare nello stampo e poi trasferite su un piatto da portata e spolverate con zucchero a velo. Io ho preferito divertirmi con la decorazione in pasta di zucchero (pdz) e polvere edibile iridescente con la quale ho spennellato il cinturino che rifinisce la base per le rose e le foglie.
Come al solito, buon divertimento!

Nessun commento:

Posta un commento